in

Calciomercato Milan, Pioli vicino al Monaco: il retroscena

Stefano Pioli, allenatore del Milan @imagephotoagency
Stefano Pioli, allenatore del Milan @imagephotoagency

Stefano Pioli racconta, nell’intervista rilasciata all’Equipe, di quando nel 2011 fu vicino ad andare ad allenare il Monaco. Allora la squadra francese militava in Ligue 2, ovvero la Serie B francese. Il procuratore dell’allenatore parmigiano è francese e fu proprio grazie a lui che il suo passaggio alla squadra del Principato sembrava ormai imminente, ma alla fine la proprietà scelse di ingaggiare Claudio Ranieri. L’attuale allenatore rossonero ha anche dichiarato che gli piacerebbe fare un’esperienza all’estero un giorno futuro.

Esperienza all’estero che può benissimo aspettare perché adesso è il capitano della nave di nome Milan. Nave che ha l’obiettivo di ritrovare quegli orizzonti che la squadra non raggiunge ormai da diverso tempo causa rivoluzioni su rivoluzioni a cui se n’è venuto a capo solo a gennaio 2020. Ingaggiato Ibrahimovic che si è ripreso il timone dopo averlo lasciato a giugno 2012. L’attaccante svedese ha aiutato Pioli cambiando subito la rotta che avevano intrapreso prima del suo arrivo rimettendo la squadra nel percorso giusto verso i nuovi/vecchi confini.

Zlatan Ibrahimovic, attaccante del Milan, esulta dopo il gol al Bologna @imagephotoagency
Zlatan Ibrahimovic, attaccante del Milan, esulta dopo il gol al Bologna @imagephotoagency

Milan, i risultati dell’asse Pioli-Ibrahimovic

Il percorso intrapreso capitanato da Stefano Pioli e Zlatan Ibrahimovic sembra essere quello buono per ambire a grandi scenari sia per il presente, ma soprattutto per il futuro. Gli uomini giusti al momento giusto e al posto giusto, l’intesa vincente tra il leader carismatico e il normalizzatore che ha portato la squadra a 24 risultati utili consecutivi, salvo la sconfitta di ieri sera. Se il Milan riuscirà a reagire immediatamente alla sconfitta contro il Lille allora la strada intrapresa sarà sicuramente quella giusta.

What do you think?

Paolo Maldini, direttore tecnico del Milan

Milan, occhi su due calciatori della Bundesliga

Daniele Daino, ex giocatore Milan

Milan, Daino: “Ieri sconfitta salutare”