in

Milan, guerra con Raiola: la società si faccia sentire

Mino Raiola, procuratore di Donnarumma e Ibrahimovic
Mino Raiola, procuratore di Donnarumma e Ibrahimovic

Il Milan sembrerebbe essere tornato ostaggio di Mino Raiola. Come due stagioni fa, infatti, il noto procuratore italo-olandese sarebbe tornato a tenere in ostaggio dei suoi assistiti il club rossonero. Le prime avvisaglie, probabilmente, le si erano avute già con il rinnovo di Zlatan Ibrahimovic nelle settimane scorse. Lo svedese, infatti, nonostante avesse più volte dichiarato di “poter giocare anche gratis”, ha firmato un rinnovo annuale ad un ingaggio ben più alto di quello che il club di Via Aldo Rossi voleva sottoporgli. Una prima battaglia voluta e vinta proprio da Mino Raiola, con Paolo Maldini e Frederick Massara che, per accontentare i tifosi rossoneri ed il tecnico Stefano Pioli, hanno dovuto chinare la testa una prima volta.

Gianluigi Donnarumma, portiere del Milan
Gianluigi Donnarumma, portiere del Milan

Milan, Raiola chiede 10 milioni per rinnovo di Donnarumma: in mezzo anche Romagnoli

Adesso, invece, nelle prossime settimane da Casa Milan si dovranno occupare del difficile rinnovo di Gigio Donnarumma. Anche qui, a sentire le parole del portiere, sarebbe dovuta essere una pratica piuttosto semplice. L’estremo difensore della Nazionale ha sempre manifestato la sua voglia di Milan. Due anni fa, in un incontro a Montecarlo con l’allora Direttore Sportivo Mirabelli, si giunse ad un compromesso, con l’intervento favorevole al rinnovo anche della famiglia del portiere ed il successivo ingaggio anche del fratello maggiore, Antonio Donnarumma, da parte del Milan.

Quest’anno, però, la situazione sembrerebbe essere diversa. Il Milan, infatti, da una parte non vorrebbe andare oltre un biennale alle stesse condizioni attuali. Raiola, invece, vorrebbe un rinnovo a 10 milioni a stagione, dopo che la società gli ha fatto capire di non voler inserire una clausola bassa per la cessione del portiere. Come riportato da Alfredo Pedullà di Sportitalia, inoltre, sembrerebbe che Donnarumma abbia già una squadra per il 2021. Si tratterebbe della Juventus, che avrebbe messo sul piatto un quinquennale da 10 milioni di euro a stagione per il portiere e 15 milioni di euro per la procura di Raiola.

Romagnoli e Higuain, giocatori di Milan e Juventus
Romagnoli e Higuain, giocatori di Milan e Juventus

Milan, Raiola agisce a proprio piacimento: la società osserva?

Così, la società rossonera, sarebbe diventata ostaggio del calciatore e del procuratore. Cosa faranno ora Maldini e Gazidis? Rischieranno di perdere un patrimonio della società a parametro zero tra quattro mesi, proveranno ad andare ancora una volta incontro alle richieste dell’entourage di Donnarumma o proveranno una clamorosa cessione nel finale di questa sessione di calciomercato? Qualsiasi possa essere la decisione, a vincere potrebbe essere il solito Raiola. Già, perchè le società di oggi sembrano non avere più il potere per imporsi con calciatori e procuratori.

Inoltre, anche il Coronavirus ed il Fair Play Finanziario giocherebbero la loro parte in questo periodo difficile. Strade rossonere e del procuratore che, tra l’altro, nei prossimi mesi potrebbero tornare ad intrecciarsi anche per il capitano, Alessio Romagnoli. Il difensore rossonero, infatti, ha il contratto in scadenza nel 2022. L’ex Roma e Sampdoria vorrebbe un ingaggio da top player della squadra e su di lui ci sarebbero big europee quali Juventus e Barcellona. NEL FRATTEMPO, RAIOLA SI SAREBBE INFURIATO CON IL MILAN PER L’ULTIMA OFFERTA DI RINNOVO A DONNARUMMA >>>CONTINUA A LEGGERE

What do you think?

San Siro, stadio di Inter e Milan

Milan, due amichevoli in settimana

Zlatan Ibrahimovic, giocatore del Milan sino al 2021

Milan, Ibra è la tua stella polare