Connect with us

Calciomercato Milan

Milan, ottimismo sui rinnovi di Donnarumma e Calhanoglu: ma quando arriveranno le firme?

Pubblicato

il

Calhanoglu e Donnarumma

Il Milan, tramite le parole di Massara e Paolo Maldini, si è sempre dichiarato ottimista sui rinnovi di Gianluigi Donnarumma e Hakan Calhanoglu. I calciatori, però, sembrerebbero ogni giorno più lontani dai colori rossoneri

Non sono solo le ultime prestazioni, in particolare quella contro lo Spezia di domenica scorsa, a preoccupare in casa Milan l’ambiente rossonero. Paolo Maldini e Frederic Massara, infatti, sono alle prese con altre questioni spinose, tra i quali i rinnovi di Gianluigi Donnarumma e Hakan Calhanoglu. Sia il ventunenne estremo difensore, tra gli altri, della Nazionale, sia il fantasista turco ex Bayer Leverkusen, sono in scadenza di contratto con il club di Via Aldo Rossi il prossimo 30 giugno 2021. Per il giovane portiere, si tratterebbe già della seconda querelle sulla questione rinnovo. Nel 2018, infatti, al primo rinnovo, Donnarumma ed il suo procuratore, Mino Raiola, strapparono un triennale a ben 6 milioni di euro e l’inserimento nella rosa rossonera del fratello maggiore Antonio, anche lui cresciuto nel vivaio rossonero e con già diverse esperienze anche all’estero.

Gianluigi Donnarumma, portiere del Milan

Calhanoglu, 27 anni compiuti lo scorso febbraio, è arrivato in rossonero nel 2017 per 22 milioni di euro. Dopo un paio di stagioni difficili, con l’arrivo di Ibrahimovic e Pioli lo scorso anno il Nazionale turco è letteralmente esploso. Dopo il lockdown, infatti, per Calhanoglu, sono 39 le gare giocate, con 12 reti e 19 assist (di queste 26 gare, 6 reti ed 11 assist in questa stagione). Prima del lockdown, invece, il turco aveva totalizzato 117 presenze, con 17 gol e 28 assist (di cui 26 presenze con 5 gol ed un assist nella prima parte della scorsa stagione). In tutto, con la maglia del Milan, Calhanoglu ha disputato 156 partite, segnando 29 gol e totalizzando 47 assist. Secondo quanto rivelato dal Corriere dello Sport, per il trequartista turco, potrebbe esserci un incontro decisivo tra la dirigenza rossonera ed il suo agente, Gordon Stipic, la prossima settimana, dopo il Derby con l’Inter e prima della gara di ritorno di Europa League contro la Stella Rossa.

Milan, Raiola ha sul tavolo l’offerta della Juventus: bluff o gioco al rialzo?

Calhanoglu, al momento, percepisce 2,5 milioni di euro in rossonero. Il Milan, avrebbe avanzato un’ultima offerta da 4,5 milioni di euro più bonus. Il procuratore del turco avrebbe però fatto una richiesta da 6 milioni di euro: sul tavolo del turco ci sarebbe l’interesse anche di diversi club, come Juventus, Inter, Manchester United. Da Via Aldo Rossi si dimostrerebbero fiduciosi sulla fumata bianca, ma la realtà è che Calhanoglu potrebbe già firmare per un altro club e le trattative vanno ormai avanti da diversi mesi. Ancora più complicato, poi, potrebbe risultare il discorso relativo a Gianluigi Donnarumma, giovane portiere rossonero, ma ormai già affermato non solo a livello nazionale ma anche internazionale.

Hakan Calhanoglu, Milan

Il ventunenne debuttò contro il Sassuolo, lanciato da Sinisa Mihajlovic, a soli 16 anni e 8 mesi il 25 ottobre 2015. Vice capitano della formazione allenata da Stefano Pioli, vanta già 231 presenze con i rossoneri, oltre a 22 gare con la Nazionale maggiore e 7 con l’Under 21. Donnarumma, al Milan, percepisce uno stipendio da 6 milioni di euro a stagione. Le posizioni tra club e procuratore del calciatore, Mino Raiola, sembrerebbero però molto distanti. L’agente del calciatore, che compirà 22 anni il prossimo 25 febbraio, avrebbe richiesto un ingaggio da 10 milioni di euro a stagione, un rinnovo di un solo anno ed una clausola rescissoria bassa. Inoltre, secondo i media italiani, Raiola avrebbe già un accordo per portare Donnarumma a Torino. Sulle tracce del portiere rossonero, infatti, ci sarebbe un forte interesse della Juventus, con il numero 99 rossonero già dai tempi del debutto etichettato come l’erede designato di Gianluigi Buffon, esperto portiere del club bianconero e Campione del Mondo con l’Italia nel 2006. Il Milan, dal canto suo, avrebbe proposto un triennale ad 8 milioni di euro più bonus. Anche qui, la dirigenza si mostrerebbe ogni giorno fiduciosa, con Raiola che avrebbe chiesto rispetto per la situazione, ma anche Donnarumma si allontana dai cancelli di Milanello ogni giorno che passa. Decisive, però, saranno anche le volontà dei calciatori che, soprattutto nel caso del portiere rossonero, vorrebbero restare al Milan, soprattutto in caso di ritorno del club in Champions League in questa stagione.

Milan, non solo Donnarumma e Calhanoglu: i rossoneri devono pensare ai rinnovi di Ibrahimovic, Calabria, Romagnoli e Kessiè

Ma il portiere ed il turco non sarebbero gli unici casi presenti sul tavolo della dirigenza rossonera. Un altro calciatore importante, infatti, ha il contratto in scadenza a giugno di quest’anno. Si tratta dell’attaccante svedese Zlatan Ibrahimovic. Dopo essere tornato in rossonero lo scorso gennaio 2020, infatti, il trentanovenne ha riconquistato Milanello a suon di gol e grandi prestazioni. Queste hanno fatto crescere il livello dell’intera rosa a disposizione di Stefano Pioli, con il Milan che è arrivato ad essere una delle migliori formazioni in Europa dal post lockdown in poi. Anche in questa stagione, nonostante non abbia molto giocato, Ibra ha messo a segno 16 gol tra campionato e coppe in sole 18 presenze.

Lui passa la palla alla dirigenza sul rinnovo, mentre sia Maldini e Massara, sia Stefano Pioli, indicano nello svedese la decisione di proseguire o meno la sua avventura in rossonero. Ibrahimovic già in estate ha rinnovato per una stagione, ma era stata una trattativa lunga, con il solito Mino Raiola coinvolto, soprattutto perchè lo svedese sarebbe lontano dalla propria famiglia, che potrebbe quindi risultare decisiva anche in questa occasione. Sarà da valutare, invece, la situazione relativa a Mario Mandzukic: il croato, ex Juventus, è arrivato nell’ultimo mercato di gennaio, firmando fino al termine della stagione. Al momento della firma, nell’accordo, è stata messa la clausola di rinnovo in caso di qualificazione in Champions League, ma molto potrebbe dipendere anche dal rendimento dell’attaccante.

Zlatan Ibrahimovic, attaccante del Milan

Occhi puntati, poi, alla prossima stagione. Tra i calciatori importanti, con il contratto in scadenza al 30 giugno 2022, ci sarebbero soprattutto il capitano Alessio Romagnoli, Davide Calabria e Franck Kessiè. Il terzino rossonero è cresciuto nel settore giovanile del club di Via Aldo Rossi e percepisce 2 milioni di euro a stagione. Il suo rendimento, in questo campionato, è cresciuto in maniera esponenziale: le trattative per il rinnovo sarebbero già iniziate e dovrebbero essere piuttosto veloci, visto che Calabria non avrebbe intenzione di chiedere ritocchi salariali e sarebbe disposto a firmare semplicemente il prolungamento di tre stagioni. Più complicato il discorso attorno ad Alessio Romagnoli: arrivato nel 2017, il difensore ha come procuratore Mino Raiola.

In casa rossonera sanno che è sempre difficile trattare con l’agente italolandese. L’ex Sampdoria e Roma percepisce 3,5 milioni l’anno, ma l’intenzione del suo entourage, forte anche di un interesse dalla Spagna del Barcellona, sarebbe di non andare sotto i 6 milioni di euro. Infine la questione Franck Kessiè: il centrocampista, sin dal suo arrivo in rossonero, è sempre stato sul mercato. Anche lui, però, dalla ripresa nel post lockdown, si è dimostato uno dei migliori nel suo ruolo in Serie A, ma destinato a diventarlo anche in Europa. L’ivoriano guadagna 2,2 milioni a stagione, l’intenzione della dirigenza rossonera sarebbe quello di alzarlo almeno fino a 3, anche se l’ex Atalanta vorrebbe capire prima quanto percepirà Calhanoglu con la possibilità di una richiesta da 4 milioni di euro.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Calciomercato Milan

Milan, arriva il rinforzo in difesa: c’è la conferma dell’agente

Milan: Caldara dopo i 18 mesi in prestito all’Atalanta non sarà riscattato e, la prossima estate, tornerà a Milanello a disposizione di Stefano Pioli

Pubblicato

il

Stefano Pioli tecnico del Milan

Milan, niente tesoretto: l’Atalanta non riscatterà in estate Mattia Caldara

Il Milan di Stefano Pioli, in maniera inaspettata, potrebbe avere già in casa un rinforzo per la difesa in vista della prossima stagione. Si tratterebbe di Mattia Caldara: arrivato dalla Juventus nell’estate 2018, dopo una sfortunata esperienza rossonera travagliata da infortuni, il centrale era tornato all’Atalanta lo scorso gennaio. Il contratto con il club allenato da Gasperini prevedeva un prestito di 18 mesi con diritto di riscatto fissato a 15 milioni di euro. Riscatto che, molto probabilmente però, il club nerazzurro non eserciterà. Come nella sua esperienza al Milan, infatti, Caldara è stato spesso vittima di infortuni e, anche quando in buone condizioni fisiche, è stato utilizzato con il contagocce dalla “Dea”.

Per il ventiseienne, infatti, in questa stagione sono soltanto 8 le presenze, per un totale di 113 minuti giocati. Un ritorno a Bergamo che, dunque, come confermato a Tuttosport dal procuratore di Caldara, Beppe Riso, dovrebbe terminare in estate: “Se Caldara resta all’Atalanta o torna al Milan? Posso dire che quasi certamente l’anno prossimo giocherà in rossonero“. Un ritorno, dunque, che potrebbe cambiare anche le strategie sul mercato dei rossoneri. Il classe 1994, con il club di Via Aldo Rossi, ha ancora un contratto fino al 30 giugno 2023, con uno stipendio di poco superiore ai 2 milioni l’anno.

Continua a leggere

Calciomercato Milan

Milan, Thauvin esce allo scoperto: vuole i rossoneri

Milan, Thauvin è in scadenza con il Marsiglia: il trequartista francese, pur di accettare la corte rossonera, sarebbe disposto a ridursi ingaggio e commissioni

Pubblicato

il

Florian Thauvin, Marsiglia

Il francese pronto ad accettare meno soldi pur di firmare per i rossoneri in estate

In casa Milan, nella prossima sessione estiva di calciomercato, arriverà quasi certamente un esterno destro d’attacco. Samu Castillejo, infatti, quasi certamente farà ritorno in Spagna ed anche Brahim Diaz potrebbe lasciare i rossoneri per fine prestito dal Real Madrid. Così, il tecnico Stefano Pioli, potrebbe ritrovarsi con il solo Alexis Saelemaekers. Paolo Maldini e la dirigenza del Milan avrebbero diversi nomi sul taccuino, tra i quali anche l’esperto sloveno Josip Ilicic, in rotta con Gasperini e l’Atalanta. Il nome forte, ormai presente da diversi mesi negli ambienti di Via Aldo Rossi, è però quello del francese Florian Thauvin. Per lui, nei mesi scorsi, c’era stata anche una piccola diatriba verbale tra l’allora tecnico dei francesi, Villas Boas, ed il Direttore Tecnico rossonero Paolo Maldini.

In scadenza di contratto il prossimo 30 giugno con l’Olympique Marsiglia, infatti, il ventottenne quasi certamente lascerà il club transalpino. Inizialmente aveva richiesto 4,5 milioni di ingaggio, spaventando un pò il Milan e le altre squadre, alcune spagnole ed inglesi, interessate. Secondo quanto riferito dalla Gazzetta dello Sport, però, la possibilità di non sbarcare a Milanello avrebbe provocato turbamenti nei pensieri di Thauvin. Il francese, così, sarebbe disposto ad andare incontro alla possibile offerta rossonera, facendo uno sconto a Maldini sia sulla richiesta di ingaggio sia sulle commissioni per il suo trasferimento. Approdo al Milan che, inoltre, potrebbe essere facilitato anche dall’eventuale qualificazione della formazione di Stefano Pioli alla prossima Champions League.

Continua a leggere

Calciomercato Milan

Milan, nuova idea per il rinnovo di Donnarumma

Milan, si pensa all’inserimento di una clausola relativamente bassa nell’offerta per il rinnovo di Gianluigi Donnarumma, in scadenza il prossimo 30 giugno

Pubblicato

il

Donnarumma, Milan

I rossoneri potrebbero cedere a Raiola sulla clausola bassa per il portiere

In casa Milan, con il passare dei giorni, cresce sempre più la preoccupazione attorno al rinnovo di Gianluigi Donnarumma. Il giovane portiere rossonero, infatti, è in scadenza con il club di Via Aldo Rossi il prossimo 30 giugno. Nei giorni scorsi era emersa una presunta lite tra l’estremo difensore ed il suo procuratore, Mino Raiola. Donnarumma, infatti, vorrebbe continuare la sua avventura al Milan: il suo entourage, però, continuerebbe a sparare alto, chiedendo ben 12 milioni di euro a stagione a fronte di un’ultima offerta arrivata dal Milan da 8 milioni l’anno. Donnarumma, attualmente, in rossonero percepisce 6 milioni di euro a stagione.

Così, secondo quanto riferito dal Corriere della Sera, Maldini e Massara sarebbero pronti ad andare, almeno in parte, alle richieste di Raiola. Il Milan potrebbe decidere di inserire così nell’offerta la famosa clausola rescissoria, relativamente bassa, richiesta dall’entourage di Gigio Donnarumma, che al contempo accetterebbe un contratto di 4-5 anni. Si parlerebbe di una cifra intorno ai 30 milioni di euro, in modo tale che il classe 1999 possa liberarsi nel caso in cui dovesse arrivare un’offerta a lui gradita ad un prezzo non troppo alto. L’idea, però, non stuzzicherebbe molto il club di Via Aldo Rossi, che potrebbe decidere di giocare questa carta solo come ultima chance disperata, in caso di mancato accordo prima alle condizioni del Milan.

Continua a leggere

Calciomercato Milan

Milan, pronto un colpo a parametro zero dall’Inter

Milan, nome nuovo per la difesa: piace Danilo D’Ambrosio. L’ex Torino, in scadenza con l’Inter, può arrivare a parametro zero la prossima estate

Pubblicato

il

Ivan Gazidis e Paolo Maldini, dirigenti del Milan

Maldini valuta il jolly Danilo D’Ambrosio, in scadenza con i nerazzurri

Il Milan, con Paolo Maldini e Frederic Massara, sta già lavorando alla prossima sessione estiva di calciomercato. La società di Via Aldo Rossi, in particolare, starebbe guardando ad almeno un rinforzo per ogni reparto. Così, in difesa, in attesa di capire l’eventuale riscatto di Fikayo Tomori e l’evoluzione sul prolungamento di contratto di Alessio Romagnoli, la dirigenza starebbe guardando alle corsie laterali. Potrebbe infatti lasciare Milanello il ventunenne portoghese Diogo Dalot. Il giovane terzino è arrivato la scorsa estate in prestito secco dal Manchester United. Pioli lo ha utilizzato sia a destra, al posto di Calabria, sia a sinistra al posto di Theo Hernandez, con risultati non sempre brillanti.

Così, in casa Milan, secondo quanto riferito da Rai Sport, si punterà ad un calciatore di maggiore esperienza, soprattutto in caso di qualificazione in Champions League, ma in grado di ricoprire comunque più ruoli nella difesa del tecnico rossonero. Il nome giusto potrebbe così essere quello di Danilo D’Ambrosio. Il ventiseienne ex difensore del Torino è in scadenza di contratto con l’Inter al termine di questa stagione. Ieri, a Casa Milan, ci sarebbe stato un incontro tra Maldini e Massara e l’agente del nerazzurro, Vincenzo Pisacane, sfruttando il ritardo della dirigenza nerazzurra nel proporre il rinnovo al calciatore, appena tornato a disposizione di Conte dopo aver contratto il Covid.

Continua a leggere

Calciomercato Milan

Calciomercato Milan, Maldini studia un doppio scambio in Serie A

Calciomercato Milan, in estate possibile scambio Romagnoli-Bernardeschi con la Juventus e Rafael Leao-Vlahovic con la Fiorentina

Pubblicato

il

Paolo Maldini, Milan

I rossoneri pronti ad operare con Juventus e Fiorentina: sul piatto Rafael Leao e Romagnoli

Il Milan, per l’attacco del futuro, avrebbe puntato in vista della prossima sessione estiva di calciomercato, il ventenne serbo della Fiorentina Dusan Vlahovic. Protagonista di un’ottima stagione, con 13 gol in viola, il giovane bomber ha il contratto in scadenza nel 2023 ed una valutazione di circa 40 milioni. A volerlo fortemente in maglia rossonera, però, ci sarebbero il tecnico Stefano Pioli e Zlatan Ibrahimovic, con cui potrebbe crescere vista la permanenza a Milanello dello svedese un altro anno.

Secondo quanto riferito da SportMediaset, però, per abbassare la valutazione il Milan potrebbe tentare uno scambio. Alla Fiorentina, infatti, piacerebbe e non poco Rafael Leao. Il giovane attaccante portoghese, attualmente alle prese con un infortunio, dopo l’exploit nella seconda fase di scorsa stagione, è reduce da un campionato di alti e bassi, complice anche il Covid. Maldini valuterebbe l’ex Lille intorno ai 25 milioni di euro.

Calciomercato Milan, Romagnoli verso la Juventus: possibile scambio con Bernardeschi

L’altra possibile operazione di calciomercato estiva, in casa Milan, potrebbe vedere coinvolta la Juventus. I bianconeri, infatti, sarebbero seriamente interessati al capitano rossonero Alessio Romagnoli. L’ex Roma e Samdporia è in scadenza il 30 giugno 2022 con i rossoneri, e l’intesa tra Maldini ed il suo procuratore Mino Raiola sul rinnovo sarebbe piuttosto distante. Così, la prossima estate, la dirigenza del Milan potrebbe decidere per la separazione. Sul difensore ci sarebbe anche il Barcellona, con una valutazione del club di Via Aldo Rossi da circa 40 milioni di euro.

Proprio Mino Raiola, però, in questa occasione potrebbe essere il regista di uno scambio con la Vecchia Signora. Romagnoli, così, ritroverebbe Bonucci e Chiellini, compagni anche nella Nazionale di Roberto Mancini. Stefano Pioli e Paolo Maldini, dall’altro lato, risolverebbero il problema esterno destro d’attacco. A Milanello, infatti, potrebbe sbarcare Federico Bernardeschi, anche lui in scadenza con la Juventus nel 2022. A complicare l’operazione, però, l’ingaggio, attualmente da 4 milioni di euro, percepiti dall’ex Fiorentina. L’idea della titolarità e di ritrovare Pioli, però, potrebbero agevolare la trattativa.

Continua a leggere

Calciomercato Milan

Calciomercato Milan, il sogno per l’attacco è Insigne

Calciomercato Milan, ieri contatto tra Maldini e Massara ed il procuratore di Lorenzo Insigne. Il capitano è in scadenza con il Napoli nel 2022 e già in passato era stato cercato dai rossoneri

Pubblicato

il

Lorenzo Insigne, attaccante e capitano del Napoli

Il capitano del Napoli è in scadenza con il club azzurro il 30 giugno 2022

Il Milan, con la speranza di tornare a partecipare alla Champions League dal prossimo anno, sta preparando un estate di calciomercato ricca di nomi per la rosa del tecnico Stefano Pioli. In attacco si va verso la conferma di Zlatan Ibrahimovic, ma diversi potrebbero essere i giocatori in uscita. Tra questi ci sarebbe Samu Castillejo, mentre per Hakan Calhanoglu il rinnovo di contratto, in scadenza il prossimo 30 giugno, tarderebbe ad arrivare. Anche Brahim Diaz, arrivato al Milan in prestito la scorsa estate dal Real Madrid, dovrebbe tornare in merengues, mentre Jens Petter Hauge potrebbe andare via in prestito per accumulare esperienza e minuti.

Così, secondo quanto riferito dalla Gazzetta dello Sport, il sogno di Paolo Maldini e Frederic Massara sarebbe Lorenzo Insigne, capitano del Napoli. Il numero 24 partenopeo ha il contratto in scadenza nel 2022: il Presidente De Laurentiis vorrebbe che Insigne accetti la proposta di rinnova, a cifre però distanti da quelle chieste dall’esterno sinistro dell’attacco di Gattuso. Così, nella giornata di ieri, dopo un’interesse già avvenuto nelle stagioni passate, a Casa Milan sarebbe stato avvistato il procuratore del capitano partenopeo, Vincenzo Pisacane. Una visita definita di cortesia, ma certamente il Milan continuerà a seguire l’evoluzione e, magari già la prossima estate, tentare Insigne con una nuova avventura. Magari mettendo sul piatto anche la partecipazione alla prossima Champions League.

Continua a leggere

Calciomercato Milan

Milan, torna di moda il nome di Milenkovic per la difesa

Milan, possibile Derby per il difensore serbo della Fiorentina Nikola Milenkovic. Contratto in scadenza nel 2022, la sua valutazione sarebbe scesa a 25 milioni di mercato

Pubblicato

il

Nikola Milenkovic, difensore della Fiorentina che piace al Milan

Il serbo non rinnova con la Fiorentina: sulle sue tracce ci sarebbe anche l’Inter

Il Milan, nella prossima sessione estiva di calciomercato, potrebbe fare movimenti importanti in difesa. Incerto, infatti, sarebbe il futuro di Alessio Romagnoli: il capitano rossonero ha il capitano in scadenza nel 2022 e le richieste di Raiola allontanerebbero l’ipotesi rinnovo. Così, da Via Aldo Rossi, si starebbe pensando alla clamorosa separazione la prossima estate, con Barcellona e Juventus pronte ad offrire intorno ai 30-40 milioni di euro. Al suo posto, dovrebbe essere riscattato invece Fikayo Tomori. Il ventitreenne difensore inglese è arrivato in prestito a gennaio dal Chelsea. Le sue ottime prestazioni lo hanno inserito subito nell’undici di Pioli, ed il Milan sarebbe ora intenzionato a pagare i 28 milioni di euro pattuiti in inverno per confermare a Milanello Tomori.

Il centrale inglese, però, potrebbe non bastare. Così, secondo quanto riferito dalla Gazzetta dello Sport, il Milan sarebbe pronto a tornare molto forte su Nikola Milenkovic. Già nel mirino del club rossonero la scorsa estate, il difensore serbo ha il contratto in scadenza con la Fiorentina il 30 giugno 2022. Al momento, il ventitreenne non sembrerebbe intenzionato ad accettare le offerte del club viola. Così, il Presidente gigliato Rocco Commisso, potrebbe rivedere al ribasso la valutazione del calciatore: dai 40 milioni di un anno fa, si passerebbe dunque ad una richiesta di 25 milioni. Il Milan, per assicurarsi il centrale serbo, dovrà però vedersela con una forte concorrenza: su Milenkovic, infatti, ci sarebbe l’Inter di Antonio Conte in Italia e, soprattutto, il Manchester United all’estero.

Continua a leggere

Calciomercato Milan

Milan, clamorosa lite Raiola-Donnarumma: il retroscena

Milan, rinnovo Donnarumma: è scontro tra il portiere ed il suo procuratore Mino Raiola. L’estremo difensore già qualche giorno fa era andato contro l’italolandese dichiarando di voler rinnovare in rossonero

Pubblicato

il

Gianluigi Donnarumma, portiere del Milan

Milan, il procuratore contro il portiere in scadenza: “Ti rovino la carriera”

Nuova puntata nel difficile rinnovo tra il Milan e Gianluigi Donnarumma. Il portiere rossonero, infatti, ha il contratto in scadenza il prossimo 30 giugno. Maldini e Massara avrebbero avanzato un’offerta da 8 milioni di euro, a fronte della richiesta dell’entourage del classe 1999 da ben 12 milioni di euro. Donnarumma, che attualmente guadagna 6 milioni a stagione, sarebbe seguito soprattutto da Psg e Juventus.

Da Milanello, però, giungerebbe notizia di un clamoroso litigio avvenute nelle scorse ore tra lo stesso portiere classe 1999 ed il suo procuratore, Mino Raiola. Lo riporterebbe Louis Girardi sul proprio account Twitter. Uno strappo che, in realtà, si era verificato anche in occasione del primo rinnovo del portiere con il club di Via Aldo Rossi, nell’estate del 2018. Il portiere rossonero, poi, fece rientrare il caso dicendo di non voler abbandonare il proprio procuratore ma allo stesso tempo di voler firmare il prolungamento con il club in cui era cresciuto.

Donnarumma aveva già annunciato l’intenzione di rinnovare con il Milan

Già qualche giorno fa, dal ritiro della Nazionale, sul quotidiano La Stampa era emersa la volontà di Donnarumma di rinnovare il proprio contratto con il Milan, invitando appunto il suo agente ad impegnarsi per trovare un accordo con Maldini. Accordo che non solo non è arrivato, ma Raiola ha alzato la sua richiesta, inizialmente di 10 milioni di euro, forte probabilmente di un’offerta arrivata da un altro club.

Un fatto, questo, che avrebbe mandato su tutte le furie l’estremo difensore di Stefano Pioli, tra l’altro spesso capitano in questa stagione in assenza di Alessio Romagnoli. Al punto che Raiola avrebbe addirittura minacciato Donnarumma di rovinargli la carriera in caso di rinnovo a quelle cifre con i rossoneri. Una spaccatura questa che potrebbe dunque precludere alla clamorosa separazione tra i due e aprire la strada, finalmente, al rinnovo del ventiduenne con il Milan.

Continua a leggere

Calciomercato Milan

Milan, sfida alla Roma per l’attaccante: pronti 25 milioni di euro

Milan, per l’attacco torna di moda Andrea Belotti. L’attaccante del Torino, valutato 25 milioni di euro, è nel mirino anche della Roma. L’alternativa, per entrambi, è Vlahovic della Fiorentina

Pubblicato

il

Paolo Maldini, dirigente del Milan

Rossoneri e giallorossi, in estate, pronti alla sfida per Belotti: l’alternativa è Vlahovic

Il Milan, probabilmente già nei prossimi giorni, annuncerà il rinnovo del contratto di Zlatan Ibrahimovic. Sarà dunque ancora il trentanovenne svedese a guidare l’attacco della formazione di Stefano Pioli nella prossima stagione. La dirigenza rossonera, però, con Paolo Maldini e Frederic Massara, sarebbe all’opera in vista della prossima sessione di calciomercato, in cui si proverà ad inserire un attaccante di valore che possa dare il cambio all’ex Inter e Juventus. Diversi sarebbero i nomi sul taccuino del club di Via Aldo Rossi. Due, però, sarebbero i nomi in pole position: in primis ci sarebbe Andrea Belotti, mentre l’alternativa sarebbe il giovane Dusan Vlahovic.

Secondo quanto riferito dal Corriere dello Sport, però, per entrambi ci sarebbe da vincere la concorrenza di un altro club italiano. Sia Belotti sia Vlahovic, infatti, oltre che nel mirino del Milan sarebbero sul taccuino anche della Roma. L’attuale capitano del Torino, inoltre, dovrà decidere il suo futuro: il suo contratto scade nel 2023, e dovrà scegliere se continuare in granata o tentare una nuova avventura. Urbano Cairo, in caso di addio, dovrebbe accontentarsi di circa 25 milioni di euro. Stessa situazione contrattuale per il giovane serbo della Fiorentina. Il ventenne, però, avrebbe una valutazione comunque alta da parte del club di Commisso, intenzionato a non accettare offerte inferiori ai 40 milioni di euro.

Continua a leggere

Calciomercato Milan

Calciomercato Milan, Castillejo in uscita: fissato il prezzo

Calciomercato Milan, possibile ritorno in Spagna la prossima estate per l’esterno offensivo Samu Castillejo. Per sostituirlo si pensa ad Ilicic dell’Atalanta

Pubblicato

il

Castillejo, Milan

Calciomercato Milan, l’ex Villareal può partire per 8-10 milioni di euro: Ilicic il sostituto

Tra i calciatori che potrebbero lasciare il Milan nella prossima sessione estiva di calciomercato, potrebbe esserci anche lo spagnolo Samu Castillejo. Arrivato nel 2018 dal Villareal, l’esterno destro dell’attacco di Stefano Pioli sarebbe infatti vicino al ritorno in Spagna. Il tecnico rossonero, infatti, sembrerebbe preferirgli con una certa continuità, soprattutto grazie alla sua duttilità, il belga Alexis Saelemaekers. Anche al suo arrivo al Milan, Castillejo era chiuso dal connazionale Suso. Con il passaggio dello spagnolo al Siviglia, poi, il nativo di Malaga aveva trovato spazio e continuità, fino all’acquisto della sorpresa ex Anderlecht.

Come rivelato da Tuttosport, Castillejo potrebbe lasciare il Milan nella prossima sessione estiva di calciomercato per una cifra tra gli 8 ed i 10 milioni di euro. Contratto in scadenza nel 2023, sulle sue tracce ci sarebbero diversi club spagnoli. Tra questi, proprio il Siviglia, dove ritroverebbe proprio Suso. Maldini e Massara, nel frattempo, avrebbero già individuato l’alternativa. Il Milan, infatti, sembrerebbe seriamente intenzionato a fare un tentativo per Josip Ilicic. Il trentatreenne sloveno sarebbe in rotta con il tecnico dell’Atalanta Gian Piero Gasperini e, dopo l’entusiasmante stagione scorsa, quest’anno ha vissuto più bassi che alti. Massara lo stima ormai da diverse stagioni e sarebbe pronto ad offrire 5-6 milioni di euro per l’ex Fiorentina e Palermo.

Continua a leggere

Di Tendenza

Add to Collection

No Collections

Here you'll find all collections you've created before.

Calciomercato Milan, Thauvin esce allo scoperto