in

Milan Women, Ganz batte la Florentia: decide Longo

Esultanza del Milan Femminile
Esultanza del Milan Femminile

Inizia con il piede giusto la stagione delle rossonere allenate da Maurizio Ganz. Al Centro Sportivo Vismara infatti, il Milan piega di misura le toscane della Florentia, portandosi subito a pari punti con le due principali candidate alla vittoria dello scudetto: la Juventus e la Fiorentina. A decidere la gara è stata la giovanissima Miriam Longo.

La classe 2000, servita da Conc con un filtrante che l’ha messa davanti al portiere, non sbaglia il tap-in vincente. Le meneghine hanno offerto una partita di sostanza, e nonostante la preparazione ancora nelle gambe e il caldo torrido, hanno saputo reggere 90 minuti a ritmi elevatissimi. Troppo poco ha invece fatto vedere la squadra di San Gimignano per portarsi a casa punti. In affanno fisico per tutta la partita, le toscane non sono riuscite ad impensierire Mária Korenčiová, non tirando pressoché mai in porta.

Miriam Longo, giocatrice del Milan Women
Miriam Longo, giocatrice del Milan Women

Milan Women, il commento alla partita

Risultato bugiardo quello che esce dal confronto tra Milan Florentia. Le Milanesi infatti possono recriminare alcune clamorose occasioni fallite, specialmente nel primo tempo. Nello specifico, i primi 20 minuti di gioco sono stati un assolo rossonero, con due nitide azioni tra i piedi di Giacinti e l’occasione di Longo al 15′ trasformata poi in rete. Dopo la marcatura il Milan ha imposto i propri ritmi, non rischiando mai e portandosi vicina al raddoppio con Dowie al 36′, sfiorando il palo dopo un incursione personale.

Il secondo tempo, giocato a ritmi più blandi a causa delle alte temperatura, porta sempre però il marchio rossonero, e nonostante lo svantaggio la Florentia è rimasta a guardare. Al 68′ la squadra di Ganz vorrebbe un rigore per un entrata di Pisani su Conc, ma nonostante le proteste l’arbitro ha lasciato correre. Le toscane fanno entrare Dahlberg al 70′ e Kuenrath e Anghileri all’83’, ma il copione della partita non cambia di una virgola. I 4 minuti che l’arbitro concede nel finale diventano pura formalità. Tra sei giorni il diavolo affronterà il San Marino Academy, cenerentola del campionato e vittima sacrificale perfetta per le ambizioni rossonere. La corsa allo scudetto è cominciata e il Milan ha fatto capire di esserci. A cosa ambisce invece il Milan di Stefano Pioli?>>>CONTINUA A LEGGERE

What do you think?

Massimo Ambrosini, ex giocatore del Milan

Milan, Ambrosini: “Bastano tre acquisti per la Champions”

Stefano Pioli, allenatore del Milan

Milan, Satin non ha dubbi: Pioli è l’uomo giusto