in

Milan, l’ex capitano Montolivo: “Ho i rossoneri nel cuore, vinceremo il Derby”

Riccardo Montolivo, ex capitano del Milan
Riccardo Montolivo, ex capitano del Milan

Torna a parlare, dopo la fine turbolenta del suo rapporto con il Milan ed aver interrotto la carriera da calciatore, Riccardo Montolivo. L’ex capitano rossonero e della Fiorentina lo ha fatto concedendosi un’intervista alla Gazzetta dello Sport. “In una storia d’amore come quella che ho vissuto io con il Milan un anno di crisi può esserci. In me è rimasto però molto forte il senso di appartenenza a quella maglia e quei colori. Il Milan ce l’ho sempre nel cuore, diciamo che abbiamo passato la tradizionale crisi del settimo anno. Il Derby? Finisce 2 a 0 per noi, segnano Ibrahimovic e Calhanoglu. Il turco potrebbe essere l’uomo determinante della gara, insieme a Donnarumma che ormai è diventato quasi noioso con i suoi miracoli. Le stracittadine spesso le decidono i numeri dei fuoriclasse, ma anche se l’Inter ha una rosa migliore sono fiducioso”.

Riccardo Montolivo, ex centrocampista del Milan
Riccardo Montolivo, ex centrocampista del Milan

Milan, Montolivo: “Ho questa maglia tatuata nel cuore. Sono innamorato del gioco di Theo Hernandez”

Il trentacinquenne ex numero 18 del Milan, poi, ha parlato dell’attuale rosa rossonera e del tecnico Stefano Pioli. “La conferma del Mister è stato il vero colpo dell’estate rossonera. E’ un grande tecnico e la dirigenza ha fatto bene a tenerlo. Ibrahimovic è ancora decisivo, basta guardare il primo gol al Bologna. Anche a 39 anni è praticamente impossibile marcarlo. Chi mi fa impazzire, però, è Theo Hernandez, ha dei numeri davvero incredibili.

La politica dei giovani mi piace, ma bisogna dare tempo al club, soprattutto a Paolo Maldini. Tonali ha una grande pressione, ma è un ragazzo completo e di grandissima prospettiva. Mi dispiace per Bonaventura, secondo me con lui il club ha sbagliato. Penso di avere avuto sempre un comportamento impeccabile, ora voglio studiare e, magari partendo dalla gavetta, continuare a lavorare sul campo”.

What do you think?

Romagnoli e Higuain, giocatori di Milan e Juventus

Milan, Pioli respira: dopo Romagnoli vicino un altro rientro in difesa

Paolo Maldini, direttore tecnico del Milan

Calciomercato Milan, quattro difensori sul taccuino di Maldini a gennaio