Connect with us

Serie A

Milan, ecco la frase incriminata di Ibrahimovic con il Parma

Milan, polemiche sull’espulsione di Zlatan Ibrahimovic nel secondo tempo della sfida contro il Parma. Pioli: “Mi ha assicurato di non aver offeso l’arbitro”

Pubblicato

il

Ibrahimovic Milan

Lo svedese, poi espulso, si rivolge a Maresca con un: “Mi sembra strano, eh?”

Nei primi minuti del secondo tempo, della sfida poi vinta dal Milan sul Parma, l’arbitro della sfida Maresca ha espulso l’attaccante rossonero Zlatan Ibrahimovic. Un rosso scaturito dopo un fallo a centrocampo subito dal trequartista del Milan Hakan Calhanoglu. Nella circostanza, Ibra, secondo quanto riferito dal canale tematico rossonero Milan TV isolando gli audio, si sarebbe rivolto al direttore di gara napoletano con un semplice: “Mi sembra strano, eh? Allora non ti interessa quello che dico io?“. Immediata, però, la reazione, con l’estrazione del cartellino rosso, il rosso da quando gioca in Europa lo svedese, da parte del direttore di gara.

A difendere Ibrahimovic, subito dal campo, il portiere e capitano del Milan, Gianluigi Donnarumma, che avrebbe detto all’arbitro: “Ma cosa stai facendo Maresca? Sempre i protagonisti dobbiamo fare“. Anche Stefano Pioli, tecnico rossonero, nelle dichiarazioni post gara avrebbe difeso il suo attaccante: “La verità sta nel mezzo. Però, ho parlato con Ibrahimovic e mi ha assicurato di aver discusso con il direttore di gara ma di non averlo in alcun modo offeso l’arbitro. Se lo avesse fatto, mi ha detto che avrebbe immediatamente chiesto scusa sia al Signor Maresca sia ai compagni di squadra per averli lasciati in 10 per il resto della gara“.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Serie A

Juventus-Milan, le formazioni ufficiali del big match dell’Allianz Arena

JuventusMilan, le formazioni ufficiali del big match dell’Allianz Arena: le scelte di Andrea Pirlo e Stefano Pioli

Pubblicato

il

Brahim Diaz, trequartista spagnolo del Milan

Nella Juventus Pirlo ritrova Chiesa dal 1′, Pioli sceglie Brahim Diaz dietro Ibrahimovic

Ultima gara in programma per la trentacinquestima giornata di Serie A, il posticipo dell’Allianz Arena, il big match tra la Juventus ed il Milan. Bianconeri e rossoneri, infatti, sono al momento appaiati al quarto posto a quota 69 punti, distanti un solo punto dal Napoli terzo e tre punti dall’Atalanta seconda. Una sfida dunque fondamentale in chiave Champions League: chi perde, con molta probabilità, dovrà dire addio ai sogni di gloria. Queste dunque le scelte ufficiali dei due tecnici, quello bianconero ed ex centrocampista del Milan Andrea Pirlo, e quello rossonero Stefano Pioli. All’andata, a San Siro, si impose la Juventus per 3-1.

Proprio in quell’occasione, decisivo fu Federico Chiesa, che torna titolare nell’undici di Andrea Pirlo dopo aver saltato per infortunio l’ultimo turno contro l’Udinese. Stefano Pioli, invece, punta sul talento dello spagnolo Brahim Diaz sulla trequarti, dietro Zlatan Ibrahimovic. In difesa, panchina per il capitano Alessio Romagnoli con Kjaer che torna titolare al fianco del giovane inglese ex Chelsea Tomori.
JUVENTUS – Szczesny; Alex Sandrado, Cuadrado, Chiellini, De Ligt; Bentancur, Chiesa, McKennie, Rabiot; Cristiano Ronaldo, Morata. All.: Pirlo.
MILAN – Donnarumma; Calabria, Kjaer, Theo Hernandez, Tomori; Bennacer, Kessiè; Brahim Diaz, Calhanoglu, Saelemaekers; Ibrahimovic. All.: Pioli.

Continua a leggere

Serie A

Juventus-Milan, streaming gratis: la DIRETTA LIVE della gara

JuventusMilan, lo streaming gratis e la diretta live del big match dell’Allianz Stadium. Le probabili formazioni di Pirlo e Pioli ed il pronostico della sfida

Pubblicato

il

Cristiano Ronaldo, attaccante della Juventus

Juventus-Milan streaming gratis: dove vederla in TV e online

HESGOAL JUVENTUS MILAN STREAMING GRATIS – JuventusMilan, gara della trentacinquesima giornata di Serie A. Dove vedere Juventus-Milan in diretta live e streaming gratis? Semplice, il delicato scontro Champions League tra i bianconeri di Andrea Pirlo ed i rossoneri di Stefano Pioli sarà viisibile in diretta live ed in esclusiva sui canali Sky. In particolare la gara, con calcio di inizio alle ore 20.45, sarà trasmessa in TV su Sky Sport Uno, Sky Sport e Sky Sport Serie A. In streaming gratis, invece, sempre per gli abbonati alla piattaforma Sky, la gara sarà visibile tramite le applicazioni Sky Go e Now TV, disponibili per PC, smartphone e tablet.

Streaming gratis Juventus-Milan: la gara in DIRETTA LIVE

Le squadre arrivano appaiate, in terza posizione, dietro il Napoli con 69 punti. Il Milan, però, al momento sarebbe fuori dalla Champions League, in quanto negli scontri diretti sarebbe dietro sia la Juventus sia l’Atalanta di Gasperini, a pari punti con rossoneri e bianconeri. Entrambe le formazioni arrivano da una vittoria nell’ultimo turno: la formazione di Andrea Pirlo ha battuto in rimonta l’Udinese, mentre i rossoneri hanno avuto la meglio a San Siro sul Benevento dell’ex Pippo Inzaghi. All’andata, a San Siro, vinse la Juventus con un netto 3-1, grazie ad un Federico Chiesa quella sera inarrestabile. Entrambe le squadre arrivano a questa delicata sfida con la vicenda Superlega alle spalle, con il Milan che ha trovato l’intesa con l’UEFA mentre i bianconeri sarebbero ncora in guerra aperta ed a rischio sanzioni.

Mario Mandzukic (Milan)
Mario Mandzukic (Milan)

Le probabili formazioni ed il pronostico della sfida dell’Allianz Stadium

Andrea Pirlo ritrova Federico Chiesa, assente contro l’Udinese e decisivo nella gara di andata contro il Milan. Stefano Pioli, invece, potrebbe lanciare lo spagnolo Brahim Diaz in attacco al fianco di Zlatan Ibrahimovic. Nei rossoneri, in panchina, torna il grande ex della sfida, il croato Mario Manduzkic.
JUVENTUS – Szczesny; Chiellini, Cuadrado, Danilo, De Ligt; Bentancur, Chiesa, McKennie, Rabiot; Cristiano Ronaldo, Morata. All.: Pirlo.
MILAN – Donnarumma; Calabria, Kjaer, Theo Hernandez, Tomori; Bennacer, Kessiè; Brahim Diaz, Calhanoglu, Saelemaekers; Ibrahimovic. All.: Pioli.

Gara da tripla, invece, per quanto riguarda il pronostico. La Juventus è apparsa poco brillante, pur vincendo, contro l’Udinese. Il Milan, invece, è tornato a convincere dopo le brutte sconfitte con Sassuolo e Lazio. Per questo motivo la gara potrebbe finire in parità, con entrambe le squadre che dovrebbero andare a segno almeno una volta a testa, con Ibrahimovic e Cristiano Ronaldo tra i possibili marcatori della sfida.

SCOPRI LA DIRETTA LIVE STREAMING DI JUVENTUS-MILAN>>>

Continua a leggere

Serie A

Milan, Pioli: “Domani la gara più difficile della mia carriera”

Milan, Pioli alla vigilia del big match di domani sera contro la Juventus: “Gara importantissima e di grande pressione per entrambe: è la sfida più difficile della mia carriera”

Pubblicato

il

Stefano Pioli, allenatore del Milan

“Chi vince tra Milan e Juventus ha grande possibilità di andare in Champions”

Vigilia tesa per il tecnico del Milan Stefano Pioli, con i rossoneri attesi domani sera dal big match dell’Allianz Stadium contro la Juventus dell’ex Andrea Pirlo. Lo stesso tecnico rossonero ha presentato la sfida da dentro o fuori, in quanto le due squadre sono appaiate con l’Atalanta al secondo posto, ma tallonate da vicinissimo da Napoli e Lazio. Queste le parole in conferenza stampa di Pioli sull’importanza della sfida con i bianconeri: “Chi vince ha grande possibilità di andare in Champions ma non sarà finita lì, ci saranno altri 9 punti a disposizione dopo la Juventus ed abbiamo un altro scontro diretto contro l’Atalanta. Siamo padroni del nostro destino. Il calendario è questo, strano vedere un turno infrasettimanale a due gare dal termine del campionato. Con la Juventus bisogna fare uno sforzo eccellente, le difficoltà ci saranno. Dobbiamo però pensare a come risolverle e stare dentro la partita per 95 minuti“.

L’allenatore del Milan ha poi continuato su come la partita di domani sia tra le gare più difficili nella sua carriera da allenatore: “I sogni sono belli se si realizzano. Che quella di domani sia la partita più stimolante e affascinante e più importante credo non ci siano dubbi. L’abbiamo preparato, abbiamo pronta la nostra strategia. Ma è una gara talmente importante e stimolante che l’abbiamo preparata nel miglior modo possibile“. Sulla stagione del Milan: “Per la gara di domani sera dobbiamo ricordarci del percorso che abbiamo fatto fino a qui. Dobbiamo ricordarci delle difficoltà incontrate, di essere diventate una squadra matura. Dobbiamo giocare da squadra matura“.

Stefano Pioli tecnico del Milan
Stefano Pioli tecnico del Milan

Milan, Pioli: “Donnarumma dà tutto per la maglia, Ibrahimovic importante per noi”

Stefano Pioli si è poi soffermato sui singoli, in particolare Donnarumma e Ibrahimovic: “In questo momento sicuramente tutto il Milan e i giocatori hanno un solo obiettivo, ovvero l’interesse del Milan e non quello personale. Abbiamo formato un gruppo di giocatori che ha sempre sudato per questa maglia e continuerà a farlo fino alla fine. Tra questi c’è anche Donnarumma. Tutti sanno che Ibrahimovic è importante per noi, ma non può essere un solo giocatore avincere una partita. Deve piuttosto valere la qualità del gioco ed essere una squadra matura nel leggere le situazioni. Il Milan è la squadra che tira di più da fuori area ma segniamo di meno. Dobbiamo migliorare i nostri numeri, bisogna essere più compatti“.

Sulla possibile formazione di domani sera: “Ibrahimovic non sarà da solo nella manovra offensiva. Non servono per forza tanti attaccanti per essere offensivi. La sceltà dipenderà dalle caratteristiche di chi andrà in campo. L’importante è che impensieriscano la difesa avversaria“. Sull’obiettivo stagionale: “Noi volevamo migliorare la passata stagione. Abbiamo fatto un girone d’andata dove abbiamo fatto tanti record, tante vittorie e gol, però l’importante è essere qui. C’è stato anche un calo fisiologico, ma l’importante è poterci giocare la partita con la Juventus, e dobbiamo pensare positivo“.

Ibrahimovic e Donnarumma, attaccante e portiere del Milan
Ibrahimovic e Donnarumma, attaccante e portiere del Milan

“Per vincere all’Allianz Stadium dovremo fare qualcosa di importante”

Pioli ha parlato anche della possibilità del Milan di sfatare il tabù Allianz Stadium: “Chi ci crede può ottenere tutto, ci crediamo perchè abbiamo dimostrato di essere una squadra forte, sappiamo che l’avversario è pieno di campioni in grado di trovare la giocata decisiva. Vogliamo assolutamente sfatare il tabù, e se il Milan non ci è mai riuscito vuol dire che dobbiamo fare una gara davvero importante“. Sui punti di forza della Juventus: “Il loro reparto offensivo è pieno di cartucce da sparare, hanno molta qualità, non solo sugli esterni“.

Dell’ultima gara, vinta contro il Benevento, Pioli ha detto: “In alcune situazioni non dipende dall’avversario, ma da noi: se vuoi fare un calcio efficace devi muovere velocemente la palla. Domani dovremo cercare di gestire bene la partita, cercare di essere imprevedibili. Mi piacciono i giocatori che non danno punti di riferimento, in una difesa ben piazzata come la loro se ci muoviamo tanto possiamo avere qualche soluzione in più. Inoltre avrò tutta la rosa a disposizione, importante e positivo, per la strategia iniziale e per poter riparare a gara in corso“.

Stefano Pioli tecnico del Milan
Stefano Pioli tecnico del Milan

Pioli: “Entrambe le squadre sotto pressione per la gara di domani”

L’allenatore del Milan ha parlato anche della tensione in vista di domani: “Entrambe le squadre avranno pressioni. Noi le abbiamo volute queste pressioni aumentando le nostre aspettative, abbiamo il piglio giusto per giocare questo ripo di partite. Questa gara ricorda quella di Europa League con il Rio Ave: in quella serata volevamo a tutti i costi ottenere l’obiettivo e domani sera può essere la partita della svolta per il Milan“. Sul futuro del club: “Non so se la gara con la Juventus sarà determinante per il futuro, ma è determinante per il nostro movimento, per ciò che vogliamo raggiungere e per i livelli che vogliamo ottenere. E’ una gara che ci darebbe ancora più fiducia in caso di vittoria e ne siamo consapevoli. Ho visto una squadra mentalmente preparata per la sfida di domani“.

Continua a leggere

Serie A

Juventus-Milan, scelto l’arbitro: sarà l’esperto Paolo Valeri

JuventusMilan: l’arbitro sarà Paolo Valeri, Calvarese al VAR. I rossoneri discutono l’assegnazione del fischietto romano: in 33 precedenti ha espulso 13 rossoneri ed ha diverse prestazioni discusse dalla società milanista

Pubblicato

il

Paolo Valeri, arbitro di Juventus-Milan

Disastrosi però i precedenti del fischieto con il club rossonero

L’Associazione Italiana Arbitri ha annunciato oggi la squadra arbitrale per la supersfida di domenica, all’Allianz Stadium, tra Juventus e Milan. La sfida , decisiva per decidere chi delle due andrà in Champions League il prossimo anno, a 4 giornate dalla fine, sarà diretta dall’esperto Paolo Valeri. Una scelta che, però, avrebbe lasciato piuttosto scontento l’ambiente vicino al club rossonero. Il quarantaduenne romano ha infatti diretto il club allenato da Stefano Pioli 33 volte, con 20 vittorie, 5 pareggi e 8 sconfitte.

34 sono invece i precedenti con la Vecchia Signora, con 19 vittorie, 10 pareggi e 5 sconfitte. Il direttore di gara laziale ha diretto anche per due volte la sfida tra bianconeri e rossoneri: una vittoria della Juventus a San Siro nel 2017 e l’1-1 di Coppa Italia dello scorso anno. Ad aiutare Valeri nella difficile sfida tra Juventus e Milan gli assistenti saranno Gillatini e Peretti, mentre il quarto uomo sarà il signor Sacchi. Al Var invece ci sarà Cristiano Calavarese, mentre l’Assistant Var sarà Paganessi.

Milan, gli episodi discussi con l’arbitro Valeri protagonista

Proprio nel match di Coppa Italia dello scorso anno Valeri si rese protagonista di un arbitraggio discusso dal Milan contro la Juventus. Il rigore, seppur rivisto al VAR, per fallo di ascella di Calabria fece discutere, così come la gestione dei cartellini, soprattutto con i diffidati, e l’espulsione di Theo Hernandez. Anche nei due incroci di quest’anno tra il Milan e Valeri, che nelle 33 gare dirette ha espulso ben 13 rossoneri, hanno fatto discutere.

In Milan-Torino di Coppa Italia, il fischietto si è reso protagonista di una discutibile espulsione dalla panchina di Gigio Donnarumma, costringendolo a saltare il Derby. Sfida arbitrata proprio da Valeri, che espellerà Ibrahimovic per doppio giallo e sarà animata dallo scontro tra lo svedese e Lukaku, in cui Valeri fischia un rigore discutibile per fallo di Rafael Leao su Barella che porterà il momentaneo pari nerazzurro.

Continua a leggere

Serie A

Milan, Pioli dopo la vittoria sul Benevento: “Stasera ho visto buone situazioni”

Milan, Pioli dopo la vittoria contro il Benevento: “Oggi era una gara difficile. Calhanoglu deve essere più convinto dei propri mezzi, innamorato di Ibrahimovic”

Pubblicato

il

Stefano Pioli tecnico del Milan

Il tecnico rossonero, al termine della gara con le Streghe, esalta Calhanoglu e Ibrahimovic

E’ uno Stefano Pioli su di giri dopo la vittoria del suo Milan in casa contro il Benevento, arrivata dopo due sconfitte consecutive contro Sassuolo e Lazio. Un successo che, in attesa delle dirette concorrenti che giocheranno domani, rilanciano pienamente le ambizioni per un posto in Champions League del club rossonero. Queste dunque le parole del tecnico del Milan ai microfoni di DAZN: “Senza spirito di squadra non si va da nessuna parte, tantomeno noi che siamo si forti ma non abbastanza da poter andare avanti senza di esso. Le ultime situazioni ci hanno penalizzato, ma stasera ho visto buone soluzioni“.

Pioli ha poi elogiato due suoi calciatori in particolare, Ibrahimovic e Calhanoglu: “Zlatan è un campione che fa crescere anche il valore della squadra e quello dei compagni, non averlo avuto a lungo ci ha penalizzati. Oggi era una partita difficile, abbiamo subito a livello mentale le ultime due sconfitte ed era normale fosse così. Non dare punti di riferimento alla difesa avversaria è un vantaggio. Ibrahimovic ha un’intelligenza calcistica evoluta gli piace fare il regista offensivo ed è una soluzione che ci dà dei vantaggi. Hakan non ha ancora raggiunto il suo massimo potenziale. E’ un giocatore che mi piace tantissimo, perchè abbina qualità e generosità. Deve essere un po più preciso negli assist ma sta trovando quella consapevolezza che forse in passato non l’ha aiutato ad arrivare al massimo del potenziale“.

Il tecnico rossonero: “Buone prestazioni di Leao e Romagnoli”

Stefano Pioli, parlando sempre di singoli, ha parlato anche di Rafael Leao e Alessio Romagnoli, quest’ultimo tornato titolare dopo due mesi: “Leao ha fatto una buona gara, ha lavorato per la squadra, ha dato ampiezza e giocato gli uno contro uno, ma può fare ancora meglio. Romagnoli penso abbia fatto un’ottima prestazione: era al rientro ed ha giocato una gara con ottima personalità. Anche a livello fisico l’ho trovato molto bene“. Sul modulo e sull’importanza di Ibrahimovic: “In settimana lavoriamo sempre per cercare altre soluzioni. Il risultato di stasera era pesante ma fortunatamente abbiamo giocato con buona determinazione“.

Continua a leggere

Serie A

Il Milan torna a vincere: battuto il Benevento 2-0

Milan, Benevento battuto 2-0 e la formazione di Pioli riprende la corsa Champions: a segno Calhanoglu e Theo Hernandez

Pubblicato

il

Zlatan Ibrahimovic e Theo Hernandez del Milan @imagephotoagency

A San Siro i rossoneri vincono grazie alle reti di Calhanoglu e Theo Hernandez

Il Milan torna in campo a San Siro, dopo le ultime sconfitte contro Sassuolo e Lazio, per riprendere la volata per arrivare tra le prime quattro e tornare in Champions League. Dall’altra parte il Benevento di Filippo Inzaghi, ex attaccante e allenatore proprio dei rossoneri, rimasto nel cuore dei tifosi, a caccia di punti per tornare a sperare nella salvezza. Pioli ritrova in attacco Zlatan Ibrahimovic, i giallorossi si affidano all’altro ex, Gianluca Lapadula. Rossoneri che partono subito forte, trovando il vantaggio dopo soli 6 minuti: azione avviata da Theo Hernandez, Calhanoglu allarga a destra, cross che dopo un velo di Kessiè trova ancora il turco che finalizza. Milan che non sfrutta diverse occasioni in contropiede per raddoppiare.

Montipò è infatti eccezionale su Theo Hernandez prima e Ibrahimovic sul finale di tempo, mentre Rafael Leao, Calhanoglu e Bennacer non sono abili a sfruttare la superiorità numerica in ripartenza. Benevento che comunque disputa un buon primo tempo, con Donnarumma bravo su Ionita e Lapadula che per due volte non trova la porta. Nella ripresa i rossoneri trovano il raddoppio dopo 15 minuti, con Theo Hernandez che ribadisce in rete una respinta di Montipò su tiro di Ibrahimovic. Benevento che sfiora la rete con Insigne e Iago Falque, i cui tiri escono di poco dalla porta difesa da Donnarumma. Milan, invece, piuttosto sprecone in attacco, con diversi contropiedi falliti ed occasioni varie per Ibrahimovic ed i neo entrati Rebic, Castillejo e Brahim Diaz.

Continua a leggere

Serie A

Milan-Benevento, le formazioni ufficiali: torna Ibrahimovic

Milan-Benevento, le formazioni ufficiali: Pioli sceglie Leao al posto di Rebic e ritrova Ibrahimovic e Romagnoli. Inzaghi scegli l’ex Lapadula con Gaich e Iago Falque sulla trequarti

Pubblicato

il

Rafael Leao, Milan

Pioli rilancia Romagnoli e sceglie Rafael Leao spedendo Rebic in panchina

Alle 20.45, allo Stadio San Siro, il Milan di Stefano Pioli ospiterà in un match delicato contro il Benevento dell’ex Filippo Inzaghi per la trentaquattresima giornata di Serie A. Pioli, a caccia di punti per continuare nella lotta Champions League dopo le sconfitte consecutive contro Sassuolo e Lazio, deve rinunciare all’ultimo momento all’attaccante croato Mario Mandzukic, fermato da una bronchite. In difesa rilanciato dal primo minuto Romagnoli al fianco di Tomori, con Kjaer inizialmente in panchina e Diogo Dalot al posto di Calabria. Sulla trequarti, invece, Rafael Leao preferito a sorpresa al croato Ante Rebic. Il tecnico dei campani, a caccia disperatamente di punti salvezza, deve invece rinunciare ai vari Letizia, Foulon, Moncini, Tuia e Sau. Davanti, con l’ex di turno Gianluca Lapadula ci sarà l’argentino Adolfo Gaich.

Ecco dunque gli undici iniziali scelti da Pioli e Pippo Inzaghi per la sfida di San Siro tra Milan e Benevento. Ad arbitrare la sfida sarà il signor Calvarese di Teramo, coadiuvato dagli assistenti Passeri e Costanzo. Il quarto uomo sarà Fourneau, mentre al VAR ci sarà Mariani e Assistente VAR Alassio.
MILAN – Donnarumma; Diogo Dalot, Romagnoli, Theo Hernandez, Tomori; Bennacer, Kessiè; Calhanoglu, Rafael Leao, Saelemaekers; Ibrahimovic. All.: Pioli.
BENEVENTO – Montipò; Barba, Caldirola, Depaoli, Glik; Dabo, Ionita, Viola; Iago Falque; Gaich, Lapadula. All.: Inzaghi.

Continua a leggere

Serie A

Milan-Benevento, streaming gratis: la DIRETTA LIVE della gara

Milan-Benevento, la diretta live e lo streaming gratis della sfida di San Siro di questa sera. Probabili formazioni: Pioli ritrova Ibrahimovic e Romagnoli, occasione Leao

Pubblicato

il

Alessio Romagnoli, Milan

Milan-Benevento streaming gratis: dove vederla in TV e online

HESGOAL MILAN BENEVENTO STREAMING GRATIS – Milan-Benevento, gara della trentaquattresima giornata di Serie A. Dove vedere Milan-Benevento in diretta live e streaming gratis? Semplice, il match tra i rossoneri di Stefano Pioli ed i campani allenati dal grande ex Pippo Inzaghi sarà visibile in diretta live ed in esclusiva sui canali DAZN. La gara si disputerà questa sera allo Stadio San Siro di Milano e sarà visibile al canale DAZN sulla piattaforma Sky al canale 209. In streaming gratis, invece, la gara sarà offerta a tutti gli abbonati a DAZN sul sito della piattaforma e per gli abbonati Sky sulla piattaforma Sky Q.

Streaming gratis Milan-Benevento: la gara in DIRETTA LIVE

Milan che arriva in crisi di condizione e di risultati alla sfida di questa sera con il Benevento. I rossoneri, infatti, hanno perso le ultime due gare contro Sassuolo e Lazio. Il tecnico rossonero Stefano Pioli, per l’occasione, può contare praticamente su tutta la rosa a disposizione. Il Milan, in questo finale di stagione, proverà a vincere tutte le gare restanti per centrare l’obiettivo stagionale, ovvero il ritorno in Champions League la prossima stagione. In attacco dovrebbe tornare Zlatan Ibrahimovic, mentre in difesa Pioli dovrebbe riproporre dopo quasi due mesi il capitano Alessio Romagnoli dal primo minuto.

Gara complicata anche per il Benevento dell’ex attaccante e tecnico rossonero Pippo Inzaghi. Le Streghe, infatti, dopo gli ultimi deludenti risultati e con le contemporanee risalite in classifica di Cagliari e Torino sono tornati in piena zona retrocessione. Cercare di portare via anche solo un punto nella gara odierna potrebbe dunque essere un passo importante per tenere vive le speranze salvezza. Per l’occasione il tecnico dei giallorossi si affiderà in attacco all’argentino Gaich e all’ex Gianluca Lapadula.

Le probabili formazioni della sfida di San Siro

Pioli che, a sorpresa, potrebbe dare un turno di riposo ad Ante Rebic e dare una nuova occasione a Rafael Leao, in un ruolo a lui più congeniale, largo a sinistra sulla trequarti. Dubbio Mandzukic: il croato ha la bronchite e potrebbe non essere della gara. In difesa, invece, turno di riposo per Simon Kjaer.
MILAN – Donnarumma; Calabria, Romagnoli, Theo Hernandez, Tomori; Bennacer, Kessiè; Calhanoglu, Rafael Leao, Saelemaekers; Ibrahimovic. All.: Pioli.
BENEVENTO – Montipò; Barba, Caldirola, Depaoli, Glik; Dabo, Ionita, Viola; Iago Falque; Gaich, Lapadula. All.: Inzaghi.

SCOPRI LA DIRETTA LIVE STREAMING DI MILAN-BENEVENTO>>>

Continua a leggere

Serie A

Milan, Pioli: “Dobbiamo essere più concentrati. Il rientro di Ibrahimovic ci aiuterà”

Milan, Pioli alla vigilia del Benevento: “Non pensiamo alla Juventus, domani vogliamo vincere e controllare la gara. Non solo Donnarumma, tutta la rosa vuole e può giocare la Champions League”

Pubblicato

il

Stefano Pioli allenatore del Milan

Il tecnico rossonero è intervenuto in conferenza stampa alla vigilia della gara di domani con il Benevento

Giornata di vigilia in casa Milan, con il tecnico rossonero Stefano Pioli intervenuto in conferenza stampa per parlare della sfida di domani sera contro il Benevento del grande ex Pippo Inzaghi. Una sfida particolarmente importante per il Milan che, dopo le sconfitte con Sassuolo e Lazio, a quattro giornate dalla fine sarebbe al momento fuori dalla prossima Champions League. Queste le parole del tecnico rossonero: “Abbiamo fatto benissimo nel girone di andata, poi dobbiamo analizzare perchè non siamo andati bene nel girone di ritorno. Dobbiamo essere più compatti, nelle ultime uscite abbiamo concesso troppi gol agli avversari e concretizzato meno noi“.

Pioli ha quindi continuato: “Per me tre cose sono importanti: bisogna avere qualità di gioco, spirito di gruppo e mettere in campo un grande cuore. Se veniamo meno in queste tre cose diventa più difficile poi ottenere buoni risultati“. Sulla settimana del Milan: “Questa squadra ha sempre avuto atteggiamenti giusti e voglia di crescere. Siamo passati attraverso periodi positivi e felici, ma ora bisogna essere concentrati e dimostrarlo sul campo. Anche l’area tecnica ci è sempre stata vicina, sono tutte persone che sanno cosa sia il calcio. Le stagioni difficili passano anche da questi momenti ed il loro supporto ci è certamente di grande aiuto“.

Milan Inter, Ibrahimovic e Lukaku
Milan Inter, Ibrahimovic e Lukaku

Milan, Pioli: “La squadra ha sempre avuto un atteggiamento giusto”

Pioli ha poi parlato del rientro di Ibrahimovic e della sua importanza per il Milan: “Zlatan è importante sia dal punto di vista tecnico che caratteriale per quello che può dare in campo. Sono felice che sia a disposizione, pronto e determinato come sempre“. Sul suo futuro: “Ho sempre avuto pieno sostegno da parte di tutti. Alleno un grande club con grandi aspettative. Dobbiamo arrivare al risultato, penso alla gara di domani. Mi fate spesso domande sul mio futuro, ma sono convinto di quello che sto facendo e del supporto della società. Dobbiamo avere energia dentro sapendo il lavoro svolto per arrivare qui. Essere qui a giocarci un grande risultato a poche gare dalla fine deve darci grande energia. Le ultime due sconfitte ci hanno fatto male, ora dobbiamo crescere ed alzare il livello“.

Sul rinnovo di Donnarumma: “Vedo un gruppo attento e con voglia di fare. Essere più tesi in questi momenti ci può stare perchè siamo vicini alla fine del campionato. Le voci sono sempre rimaste fuori dallo spogliatoio: sia Donnarumma che gli altri hanno le capacità per giocare la Champions League e non nuovamente l’Europa League. Domani farò il solito discorso motivazionale, ma i ragazzi sanno già della grande importanza che ha la gara con il Benevento“. Sugli attaccanti e sulle difficoltà del Milan contro le difese a tre: “Lavoriamo sempre per trovare soluzioni e non colpevoli. Proviamo ad essere più concreti. Non penso sia un problema di difesa a tre, ma quelle squadre ci creano problemi perchè sono più compatte dietro, dobbiamo essere più intensi nelle transizioni“.

Jens Petter Hauge, attaccante norvegese del Milan
Jens Petter Hauge, attaccante norvegese del Milan

“I giovani possono crescere e maturare in queste occasioni”

Sulla rosa molto giovane del Milan, Stefano Pioli ha dichiarato: “Dobbiamo credere molto in noi stessi, questo è un momento molto importante per la crescita e la maturazione non solo dei giovani, ma di tutto il gruppo. Per la gara di domani abbiamo preparato diverse soluzioni per portare a casa la partita. Davanti abbiamo tante soluzioni, ogni gara proviamo a scegliere quella che riteniamo possa essere vincente. Non pensiamo alla Juventus ma al Benevento: domani schiererò la miglior formazione possibile“.

Sulla gara persa con la Lazio: “Abbiamo commesso tanti piccoli errori che ci hanno portato a subire i gol, dobbiamo essere più compatti“. Sul perchè ultimamente non abbia più schierato Hauge, Pioli ha detto: “Può essere utile, abbiamo tanti giocatori offensivi con caratteristiche diverse“. Sul suo calo al secondo anno: “Faremo i conti alla fine, questi discorsi ora non ci devono toccare. Se arriveremo tra le prime quattro saremo felici, altrimenti saremo delusi“. Sul Benevento di Inzaghi: “Vogliamo controllare la gara, dobbiamo avere la forza delle nostre idee e del nostro modo di giocare. Dobbiamo essere convinti del nostro lavoro e vogliamo tornare a vincere subito“.

Continua a leggere

Serie A

Milan, Pioli pronto a cambiare modulo per la volata Champions

Milan, cambio modulo di Pioli per il finale di stagione: a Benevento Romagnoli titolare, turno di riposo a Bennacer. Rebic vicino a Ibrahimovic, cambia il ruolo di Calhanoglu e Saelemaekers

Pubblicato

il

Stefano Pioli tecnico del Milan

Il tecnico rossonero pronto a far giocare Rebic vicino a Ibrahimovic

Il Milan, dalla sfida di domani sera in programma a San Siro contro il Benevento di Filippo Inzaghi proverà a riprendere la corsa Champions League. I rossoneri, infatti, sono stati scavalcati dall’Atalanta e raggiunti da Napoli e Juventus dopo le sconfitte contro Sassuolo e Lazio. Dall’altra parte, invece, i campani cercano punti salvezza. Negli ultimi giorni, a Milanello, la dirigenza e la squadra avrebbero stretto un patto di spogliatoio per restare uniti e dare il massimo per centrare l’obiettivo. Dall’altra parte, sul campo, il tecnico del Milan Stefano Pioli starebbe studiando un possibile cambio di modulo per affrontare questo delicato finale di campionato.

Per il match contro le “Streghe”, infatti, i rossoneri potrebbero passare dal 4-2-3-1 ad un 4-2-2-2 già visto in alcune fasi delle gare contro Sassuolo e Lazio. Questo modulo permetterebbe al rientrante Zlatan Ibrahimovic di non restare troppo isolato in attacco. Al fianco dello svedese, nei prossimi impegni, dovrebbe esserci il croato Ante Rebic, con la possibilità di sfruttare anche la doppia torre con Mario Mandzukic. Il cambio modulo porterebbe poi Saelemaekers e Calhanoglu a partire molto larghi ed aiutare in difesa, per poi accentrarsi in fase offensiva. Contro il Benevento, si va verso due cambi nella formazione titolare: Romagnoli potrebbe ritrovare il posto da titolare in difesa, mentre a centrocampo Bennacer potrebbe essere risparmiato per tornare poi titolare nel big match con la Juventus.

Continua a leggere

Di Tendenza

Add to Collection

No Collections

Here you'll find all collections you've created before.